Pedagogia Attiva e Educazione Socio-Culturale

La Pedagogia è l’area culturale che si occupa dello studio dell’Educazione e della Formazione (Istruzione teorica-pratica ed esperienziale) dell’essere umano.

La Pedagogia Attiva, più propriamente Attivismo Pedagogico, è una corrente di pensiero pedagogica che ha una storia di 130 anni.

Rappresenta una metodologia, un metodo e una tecnica educativa rivoluzionaria che ha alcuni punti cardine:

  • il bambino è il centro e focus del processo educativo. Il bambino è il Soggetto Attivo del proprio percorso e quindi possiede il diritto universale e inalienabile di uno sviluppo armonico e integrale, fondato sul rispetto della sua autonomia, libertà e attività creatrice.
  • l’importanza della Psicologia in qualità di riferimento per adattare il processo educativo a seconda dell’età, delle caratteristiche, delle peculiarità cognitive, affettive, emotive, corporee e relazionali del bambino
  • legame Interessi/Bisogni: a seconda della tipologia degli interessi ed esigenze del bambino si deve tendere alla personalizzazione del percorso educativo
  • legame Insegnamento/Vita: il percorso educativo deve essere necessariamente connesso e collegato concretamente con la vita. La scuola non deve essere un’entità separata dalla vita ma deve servire come preparazione alla e per la vita
  • Insegnante come Educatore (e viceversa): deve essere una figura di accompagnamento e non un mero trasmettitore di nozioni e informazioni
  • Intelligenza Operativa: le intelligenze del bambino vanno sviluppate, sostenute e potenziate attraverso esperienze attive, dunque una scuola-laboratorio

L’Educazione Socio-Culturale è un approccio educativo che presuppone una visione Sistemica, Contestuale, Multidisciplinare e Olistica dell’Essere Umano.

Questo significa che i percorsi e i processi educativi devono necessariamente tenere conto dei seguenti elementi:

  • il carattere, la personalità, le azioni di ciascun essere umano sono determinate da svariati fattori: genetico-ereditari, cognitivo-psicologici, educativo-relazionali, emotivo-affettivi, corporei, spirituali, socio-culturali, politico-filosofici
  • ciascun essere umano nasce, vive e agisce in un contesto. Questo contesto influisce e influenza in maniera importante sullo sviluppo, crescita ed evoluzione del singolo individuo
  • l’intervento educativo dovrebbe sempre essere realizzato analizzando la situazione a livello multidisciplinare
  • per sostenere, sviluppare e potenziare uno sviluppo armonico dell’essere umano è necessario un percorso educativo che connetta in maniera fluida, dolce e proporzionata gli aspetti sociali e culturali della persona
  • le attività culturali, sociali, espressive, ludiche, artistiche e ricreative sono determinanti, essenziali e vitali per il benessere della persona
  • il benessere della persona è fondato sull’asse dell’equilibrio tra dimensione individuale e dimensione sociale, tra interiorità ed esteriorità, tra come mi auto percepisco e come mi percepiscono gli altri, tra rapporto intrapersonale e rapporti interpersonali
  • l’Educazione è Relazione, è Comunicazione, è Arte, è Narrazione, è Conoscenza di Sè, è Comprensione e Empatia verso gli Altri, è Spirito Critico, è Spirito Creativo, è Libertà di Espressione, è Rispetto e Cura dell’Altro, è Ricerca Continua.