Storytelling

Comunicare con le storie

Una delle migliori strategie comunicative per promuovere la propria attività professionale è comunicare attraverso le storie, i racconti e le narrazioni.

Certamente è un’operazione complessa. Scrivere e comunicare attraverso le strutture narrative richiedono competenze specifiche, esperienza e talento.

Non ci si può sicuramente improvvisare. Sono necessari approfondimenti e pratica continua e costante.

Ma in tutto questo c’è anche una buona notizia.

In realtà noi esseri umani quotidianamente siamo immersi nelle storie, nelle narrazioni e nel raccontare. Dunque perlomeno dobbiamo sapere che ciò che abbiamo in abbondanza è proprio il materiale da cui attingere per costruire e disegnare la nostra comunicazione attraverso i racconti.

Vi espongo un ragionamento per entrare più nel merito.

E inizio con una domanda:

“Qual è la differenza tra persona e personaggio?”.

Nell’antichità i Latini chiamarono con il termine “persona” la maschera di legno che gli attori, gli interpreti, indossavano in scena nei teatri della Grecia e dell’Italia. I tratti della maschera erano molto grandi ed esagerati per far sì che gli spettatori potessero riconoscerli con maggiore facilità data la grandezza dei teatri stessi. In più la bocca era fatta in maniera tale da rafforzare il suono della voce degli attori affinché fosse udita in maniera chiara. Infatti persona deriva da “per-sonar”, risuonare attraverso.

Con l’evolversi del tempo e dell’Arte teatrale il ruolo interpretato dagli attori prese il nome di personaggio lasciando dunque al termine persona l’onore di diventare sinonimo di individuo ed essere umano.

Quindi insomma possiamo dire che il personaggio è la persona che indossa altri panni, che interpreta una persona fittizia diversa da sé.

Dunque possiamo anche dire che il personaggio e la persona coincidono. Si scambiano i ruoli ma in definitiva è sempre il medesimo essere umano che “vive” entrambi.

Questo vuol anche dire che noi viviamo le nostre vite contemporaneamente sia in qualità di persone che di personaggi.

Non ne siamo consapevoli ma in effetti è propriamente così.

Che cos’è d’altronde il nostro lavoro se non un’interpretazione di un ruolo?

Siamo circondati e “naturalmente costretti” ogni giorno ad interpretare uno svariato numero di ruoli: ruoli familiari, ruoli amicali, ruoli professionali, ruoli occasionali.

Tutto questo per dire che: appurato il fatto di essere costantemente in scena allora come si chiamano le vicende che ci vedono protagonisti?

Non sono forse storie, racconti, narrazioni e riferendosi all’intero arco di vita, romanzi?

Certamente sì. È certamente vero che si tratta di una metafora. Non c’è un copione, una trama, un intreccio scritto nero su bianco che studiamo a memoria prima di agire. Anche se in taluni casi e ruoli è proprio esattamente così che accade.

Ma, in ogni caso le somiglianze con un recitare a soggetto, con un’improvvisazione sulla base di un canovaccio sono piuttosto evidenti e inequivocabili.

Dunque ebbene sì siamo sia persone che personaggi che ogni giorno vivono la propria vita che somiglia, dà origine, addirittura coincide con la trama di racconti, narrazioni, romanzi, novelle.

La vita è una storia. E le storie provengono dalla vita. Dalla vita umana, degli esseri umani.

Tutto ciò sta a significare che noi ogni giorno comunichiamo con le storie.

Solo che non lo sappiamo. Cioè non ne abbiamo coscienza. Non ci pensiamo, agiamo e basta.

Ritornando a quanto premesso inizialmente dunque il materiale ce l’abbiamo ed è talmente abbondante che possiamo costruire e configurare svariati itinerari comunicativi.

Ciò che è utile a questo punto è qualcuno che ci accompagni e affianchi per realizzare concretamente una comunicazione attraverso i racconti al fine di promuovere, posizionare, sviluppare appieno la nostra attività professionale.

Attraverso lo storytelling si potrà finalmente comunicare con le storie e niente coinvolge di più e meglio di una buona storia.

Categorie:Storytelling

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...